L’ OSPEDALE

Le storie più belle hanno un nome.

La nostra ha quello di una bambina di 11 anni. Giannina. Siamo ai primi del ‘900, febbraio 1917, la Grande Guerra è ancora in corso. A Genova, come nel resto d’Italia, è meglio non ammalarsi. Non esistono strutture sanitarie adeguate, specie per i più piccoli. Giannina ha una peritonite, difficile diagnosticarla e curarla in tempo: non la salvano. Come lei tanti altri bambini hanno bisogno di cure e assistenza e rischiano la vita, anche per patologie banali, curabili. Ci vuole una scossa, una grande idea per cambiare la storia della medicina in Italia e dare più conforto e speranza a tante famiglie. Ci pensa Gerolamo, il papà di Giannina. Con la moglie Lorenza decide di compiere un grande atto d’amore e coraggio: investe tutti i suoi averi e le sue energie per progettare e realizzare uno dei più grandi e innovativi ospedali per bambini al mondo. Nasce così l’Istituto Giannina Gaslini. Un gesto privato di enorme impatto pubblico, che colma il vuoto della sanità pubblica di quegli anni. È la prima e più importante di tante donazioni che poi seguiranno: perché la generosità è contagiosa e l'amore per i bimbi – specie per quelli malati – non lascia indifferenti.


Curiamo i bambini.

Nato da un atto di amore e di solidarietà e inaugurato nel 1938, l’Istituto Giannina Gaslini è oggi un policlinico pediatrico tra i più grandi ed importanti d’Europa  specializzato in alta intensità di cura, patologie gravi e malattie rare. Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico è anche ospedale d’insegnamento dove ricerca e formazione continua sono elementi distintivi e attività di fondamentale importanza.

328 i posti letto, 30.000 i bambini che vengono ricoverati ogni anno, arrivano a Genova da ogni parte d'Italia e del mondo, e sono circa 550 mila le prestazioni ambulatoriali. Sono numeri importanti che hanno bisogno di essere sostenuti. Perché la cura e la salute è un diritto di tutti, anche dei più piccoli.

Accessi al Pronto Soccorso
Prestazioni Ambulatoriali
Ricoveri Annui